Dove il gioco è religione: in quali paesi si spende di più?

| |

  1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. Entertainment
  6. /
  7. Dove il gioco è religione: in...

Il gioco d’azzardo è un passatempo per milioni di giocatori, in particolare affezionati alle slot machine online.

Altri tipi di giochi ovviamente attecchiscono comunque: ogni nazione, però, ha le sue preferenze. L’Inghilterra per esempio è la patria del betting, in Italia i casinò online portano avanti la filiera.

Ma quali sono le nazioni in cui si gioca di più? La riposta arriva da una lunga ricerca pubblicata da Gaming Report che ha messo insieme una classifica con i Paesi che registrano la più alta spesa pro capite in ambito gambling.

All’ultimo posto sorprende trovare la Spagna, dove il gioco d’azzardo è legale ma non vede in cima alla classifica i casinò online e le slot machine: qui stravincono le scommesse sportive, in un contesto in cui il calcio è sentitissimo e resta l’attività preferita degli spagnoli.

In Grecia invece i casinò e le slot registrano numeri più alti, ma anche qui non sono al top, superati dalle lotterie nazionali. A livello di spesa invece la differenza è minima: il reddito pro capite in Spagna è di 30.000 dollari, in Grecia 20.000. I norvegesi spendono mediamente 448 dollari a testa, in particolare su scommesse e casinò. Il reddito medio di 80 mila dollari lo permette, malgrado le leggi sul gambling siano molto restrittive.

In Norvegia però solo due operatori offrono gioco. Come ad Hong Kong, dove il gaming è quasi del tutto vietato: un solo operatore accetta scommesse e organizza lotterie, per una spesa pro capite di 500 dollari annui.

In classifica anche l’Italia, dove la spesa tocca i 517 dollari e l’1,5% del reddito pro capite. Gli italiani puntano tutto principalmente su casinò, poker e betting ma non disdegnano anche Gratta&Vinci e lotterie.

Viaggia bene un po’ ovunque il mercato dell’online, con una spesa media pro capite elevata in molti paesi. La già citata Norvegia registra una spesa pari allo 0,5% del reddito. Superiore la spesa in Finlandia, con 533 euro pro capite e l’1,1% del totale. In particolar modo giocano gli over 65. In Canada scommettono tre cittadini su 4: si spendono 568 dollari a testa (1,2%).

Sono invece Irlanda, Singapore ed Australia i paesi che registrano la più alta spesa pro capite.

I dollari spesi dagli irlandesi, su base annua, sono 588, col reddito medio di 78.000 dollari.

Grande passione degli irlandesi sono le corse dei cani, ma qui i casinò risultano in crescita.

A Singapore le perdite sono ingenti: 1.174 dollari l’anno, l’1,6% del reddito pro capite ed attualmente la cifra più alta al mondo. Ma è l’Australia la nazione del gioco, senza ombra di dubbio.

Qui, complice una tassazione inesistente, si giocano 1288 dollari l’anno a persona, con un reddito medio di 55mila dollari, il 2,4% de totale. Una cifra non indifferente.

Source, Image source

Previous

Roman Emperors by Place of Birth

LG SIGNATURE to Diversify Partnership with Italian Luxury Furniture Brand Molteni&C

Next

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.